Statuto

Lo statuto dell’associazione le7note

Denominazione e sede

Articolo 1 – E’ costituita una Associazione di promozione sociale per la cultura denominata “Le7Note”, con sede a Scanzorosciate (BG), in Via Guglielmo Marconi n° 65.

Scopo, natura e durata

Articolo 2 – L’Associazione ha per scopo la diffusione della cultura musicale in Italia e all’Estero, principalmente mediante l’organizzazione di concerti vocali e/o strumentali, la partecipazione a liturgie cristiano-cattoliche e mediante la promozione e organizzazione di altre attività musicali culturali, anche con repertori ricercati, così da favorire la diffusione delle espressioni musicali meno note.
L’Associazione non ha scopi di lucro e potrà agire in collaborazioni e consorziarsi con altri enti pubblici o privati per il raggiungimento dei propri fini. E’ fatto assoluto divieto di distribuire anche in modo indiretto utili e avanzi di gestione, nonché fondi di riserva o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o distribuzione non siano imposte dalla legge.
Si punterà il più possibile su un organico giovane, versatile ed originale, cercando concrete ipotesi di coinvolgimento; si opererà anche in campo sociale, favorendo interventi concreti in Case Circondariali, Case di Riposo e Scuole di ogni ordine e grado.

Articolo 3 – All’Associazione, costituita ai sensi dell’art. 36 e segg. del Codice Civile, possono aderire tutte le persone fisiche e giuridiche che intendano concorrere alla realizzazione degli intenti di cui all’articolo precedente. Chi intende associarsi deve presentare al Comitato di Gestione domanda scritta che comporta l’accettazione di questo statuto; il Comitato di Gestione deciderà con voto favorevole della maggioranza degli intervenuti. E’ espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa per periodi inferiori all’anno. E’ data facoltà al Comitato di Gestione di prevedere l’istituzione di figure diverse di soci ordinari, soci sostenitori e soci benemeriti o vitalizi, in funzione dell’apporto dato.

Articolo 4 – La durata dell’Associazione è stabilita con scadenza al 31 dicembre 2030.

Articolo 5 – L’anno sociale ed il relativo esercizio decorrono dal 1 ottobre al 30 settembre successivo.

Fondo comune
Articolo 6 – Il fondo comune di cui all’articolo 37 del Codice Civile sarà costituito dai contributi di enti privati e pubblici e di singoli donatori.

Organi sociali
Articolo 7 – L’Associazione “Le7Note” è retta dal Comitato di Gestione composto da un minimo di tre ad un massimo di sette membri eletti dall’Assemblea: Presidente, Vice-presidente, Segretario, Tesoriere e Direttore Artistico. Tutte le cariche sopra indicate e quelle che saranno eventualmente istituite per particolari attività sono gratuite. E’ data facoltà al Comitato di Gestione di assumere personale stipendiato e di provvedere alle spese di funzionamento dell’Associazione entro i limiti del bilancio. Il Comitato di Gestione dura in carica cinque anni, salvo revoca degli incarichi da parte dell’assemblea o recesso da parte degli interessati; i membri sono rieleggibili, anche nella loro totalità.

Articolo 8 – Il Comitato di Gestione provvede a:

  1. tradurre in programmi operativi le deliberazioni dell’assemblea;
  2. deliberare la promozione e l’organizzazione delle manifestazioni culturali e musicali;
  3. vigilare sull’applicazione di questo statuto;
  4. delegare specifiche mansioni ad alcuni dei suoi membri;
  5. redigere annualmente un rendiconto economico e finanziario e convocare l’assemblea per l’approvazione.

Al Comitato di Gestione compete l’attuazione dei programmi associativi, in particolare curando – a mezzo di due membri del Comitato stesso che operano congiuntamente  – i rapporti organizzativi ed economici relativi alle manifestazioni indicate all’articolo 2 e sotto la direzione del Direttore Artistico; con quest’ultimo andrà sempre concordata ogni decisione in merito alla direzione artistica. Al Comitato di Gestione compete inoltre la gestione del fondo comune (art.6).

Articolo 9 – Il Presidente ha la rappresentanza esterna dell’Associazione, convoca e presiede le assemblee ordinarie e straordinarie nonché le riunioni del Comitato di Gestione.

Articolo 10 – Il Vice-presidente assiste il Presidente e lo sostituisce in sua assenza. Mancando anche il Vice-presidente, le funzioni di presidenza saranno svolte dal membro più anziano d’età.

Articolo 11 – Il Presidente, il Vice-presidente, i membri del Comitato di Gestione eventualmente delegati a singoli incarichi hanno il diritto al rimborso delle spese sostenute nello svolgimento delle mansioni autorizzate dallo stesso comitato.

Articolo 12 – Il Segretario, sotto la direzione del Presidente, redige i verbali delle assemblee e delle riunioni del Comitato di Gestione, custodisce gli atti e la corrispondenza d’ufficio.

Articolo 13 – Il Tesoriere custodisce il denaro dell’Associazione, provvede alle esazioni, alle spese e ai pagamenti; provvede inoltre alla conservazione del patrimonio sociale e redige i conti preventivi e consuntivi su incarico del Comitato di Gestione e d’intesa con quest’ultimo.

Articolo 14 – Gli associati sono convocati in assemblea generale almeno una volta l’anno, per deliberare sul programma e sui bilanci e alla scadenza per l’elezione del Comitato di Gestione; sono anche convocati in via straordinaria ogni qualvolta il Presidente lo ritenga necessario per la trattazione di oggetti attinenti allo scopo sociale. Spetta inoltre all’assemblea straordinaria deliberare lo scioglimento dell’Associazione.
Sono ammesse deleghe per iscritto ad altri associati, ma ciascuno non può rappresentare in assemblea più di un’altra persona.

Articolo 15 – La convocazione delle assemblee è fatta dal Presidente con invito da spedire al domicilio dichiarato o eletto degli associati o alternativamente con convocazione affissa presso la sede sociale almeno otto giorni prima della data fissata, specificando gli oggetti da trattare.

Articolo 16 – Le deliberazioni delle assemblee sono prese a maggioranza di voti e con la presenza di almeno la metà degli associati. In seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti. Per modificare l’atto costitutivo e lo statuto, per deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio, occorre la presenza di metà degli associati e il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

Articolo 17 – In caso di scioglimento dell’Associazione il patrimonio dell’ente dovrà essere devoluto ad altra associazione avente finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Articolo 18 – Per quanto non previsto da questo statuto valgono le disposizioni dettate dagli articoli 14 e segg. del codice civile.

Commenti chiusi